La Musica: una compagna di vita…

La Dott.ssa Jolanda Di Pardo ci propone un articolo sull’importanza della musica e i suoi effetti benefici nella vita di tutte le persone. Tempo medio di lettura: circa 5 minuti

Quante volte ci sentiamo stressati dalla vita di tutti i giorni, quante volte avremmo voglia di scappare dai problemi, dalla routine e dedicarci semplicemente a noi stessi?

Tante volte però il lavoro, la famiglia assorbono completamente le nostre giornate, facendoci dimenticare che il nostro benessere è fondamentale in primis per noi stessi ma anche per far star bene le persone che amiamo. Molte persone trovano rifugio nella musica: sdraiati sul letto, cuffie alle orecchie e via al relax.

Il grande Andrea Bocelli descrive la musica come un balsamo per la vita, una medicina per l’anima e, qualora se ne facesse un uso corretto, un espediente per liberare tutte le sue qualità terapeutiche. Negli ultimi anni all’interno di SPA e centri benessere si è via via sviluppata la musicoterapia, una modalità d’approccio basata sul suono come strumento di comunicazione al fine di riportare l’individuo a uno stato di benessere.

Risultati immagini per musicaMolti psicologi, all’interno del loro iter terapeutico, consigliano ai loro pazienti di ascoltare musica o addirittura di affidarsi a un musicoterapeuta. Numerosi studi hanno dimostrato che la musica riduce lo stress perché i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress, diminuiscono nel momento in cui ci sottoponiamo all’ascolto di alcuni brani musicali. Ascoltare musica prima di un esame universitario o, addirittura, prima di un’operazione chirurgica, riduce i livelli di ansia e agitazione.

Negli ultimi anni, la musicoterapia è stata introdotta anche all’interno di centri per l’autismo. Questo tipo di tecnica permette ai bambini di rompere i loro schemi mentali, rigidi e a volte difficili da abbattere. La musica permette loro di esprimere i pensieri, emozioni attraverso una comunicazione non verbale.

Ultimamente, alcune case discografiche hanno prodotto e pubblicizzato cd con finalità terapeutiche. Per la creazione di queste compilation sono stati condotti dei veri e propri studi che affermano come alcuni brani possano avere degli effetti positivi su determinati disturbi. Se pur non ancora confermati a livello scientifico, potremmo dire che per esempio il “Bolero” di Ravel sembra essere una melodia anti-depressiva e le “Quattro stagioni” di Vivaldi sembrano essere indicate per ridurre lo stress da traffico.

Ognuno di noi ha una colonna sonora che accompagna la propria vita e ciascuno sa di non poter fare a meno della musica. Infatti, capita quasi sempre che quando siamo tristi o felici ascoltiamo oppure cantiamo una determinata canzone. Quindi possiamo affermare con certezza che essa è strettamente collegata alle emozioni delle persone. Il professor Joseph Stuassy, dell’Università di Sant’Antonio in Texas afferma: “Qualsiasi tipo di musica influenza il nostro umore, i nostri sentimenti, le nostre attitudini ed i comportamenti che ne scaturiscono.”

Risultati immagini per musica mente cuoreBasti pensare all’evolversi della musica nel tempo. In passato essa era considerata sacra, un mezzo per entrare in contatto con le parti superiori della psiche, per mettere in contatto il conscio e l’inconscio, umano e divino, fisico e metafisico. Oggi la musica si è evoluta, è cambiato il modo in cui l’essere umano la considera, si è sviluppata, e la sacralità che, un tempo, la contraddistingueva ha lasciato spazio alla multiculturalità e alla varietà. Infatti, in questa società c’è una maggiore volontà di ascoltare qualcosa di nuovo e di diverso, una musica che conduce alla conoscenza di se stesso e ad una maggiore visione della realtà.

La musica ha il grande potere di unire tutti i popoli, deve essere utilizzata anche come risorsa educativa per la formazione globale dell’individuo, come modo per combattere le barriere presenti tra i vari popoli poiché attraverso essa si possa esaltare la pace e l’amore. Possiamo pensare a ciò che è accaduto al Bataclan di Parigi, lo scorso 13 Novembre 2015, quando dopo la strage molti artisti si esibirono pubblicamente nell’interpretazione di un brano rappresentativo di questo concetto: Immagine di Jon Lennon che in un passo della canzone dice: “Imagine all the people living life in peace” ovvero “Immagina tutte le persone vivere la vita in pace.”

In conclusione, è necessario non sottovalutare l’importanza che la musica ha nella vita dell’essere umano; l’auspicio è che, con il passare del tempo, ognuno di noi la utilizzi non solo come mezzo per evadere dai problemi di tutti i giorni ma anche come strumento attraverso il quale le nostre emozioni possano esprimersi liberamente.

Riferimenti

  • Gallo “La musica come terapia. Malattia e stile di vita: i benefici delle 7 note”, Ebook, Macro Edizioni

www.partecipiamo.it/musica/walter_vitale/le_strade_musica_nuovo_millenio.htm

 

Per conoscere meglio Jolanda Di Pardo, visita la sua Pagina Autore

HR Social Magazine è sempre alla ricerca di nuovi articolisti. Se anche tu vuoi far parte di questa rubrica o desideri inviarci un tuo scritto su un particolare argomento, scrivici a info@hrsocialmagazine.it, riceverai quanto prima tutte le informazioni utili per entrare a far parte del nostro Team.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *