Il Libro del Mese: Il potere del cervello quantico

Mariacristina Meschiari ci suggerisce come libro del mese, “Il potere del cervello quantico” uno scritto che “promette di acquisire scientificamente il potere di cambiare ogni cosa si desideri nella propria vita attraverso il potere del cervello”. Tempo medio di lettura: circa 4 minuti

“La nostra più grande paura”
La nostra più grande paura non è quella di essere inadeguati.
La nostra più grande paura è quella di essere potenti al di là di ogni misura.
È la nostra luce, non la nostra oscurità che ci spaventa.
Agire da piccolo uomo non aiuta il mondo,
non c’è nulla di illuminante nel rinchiudersi in sé stessi
così che le persone intorno a noi si sentiranno insicure.
Noi siamo nati per rendere manifesta la gloria che c’è dentro di noi,
non è solo in alcuni di noi, è in tutti noi.
Se noi lasciamo la nostra luce splendere
inconsciamente diamo alle altre persone
il permesso di fare lo stesso.
Appena ci liberiamo dalla nostra paurala nostra presenza automaticamente libera gli altri.

Marianne Williamson

Risultati immagini per il potere del cervello quanticoQuesto è un testo a cui sono particolarmente legata, un testo che ha cambiato radicalmente la mia vita, un testo che promette di acquisire scientificamente il potere di cambiare ogni cosa si desideri nella propria vita attraverso il potere del cervello: Il potere del cervello quantico.

La ricerca di Italo Pentimalli e di J.L.Marshall nasce da una serie di domande che ci poniamo tutti: perché a volte le cose fluiscono ed altre volte, invece, bisogna lottare contro il mondo intero, oltre che contro a se stessi?

Esiste la maniera di vivere bene e felici senza stressarsi ed affannarsi?

Certo, è vero che per ottenere qualcosa bisogna darsi da fare, ma quale è la maniera per utilizzare la minor quantità di energia possibile?

Marshall, uno degli autori, era un uomo tutto d’un pezzo, concreto, così quando gli venne un intuizione, che esulava dal suo modo di rapportarsi con gli eventi, la provò prima di tutti su sé stesso e quando vide che funzionava non si accontentò, ma cercò di capirne il motivo, avvalendosi dell’aiuto di un amico esperto di innovative tecniche di programmazione umana: Italo Pentimalli.

L’intuizione di Marshall rispondeva a queste domande: perché c’è chi si accontenta e non aspira al meglio? Perché le persone non vogliono una vita pienamente appagante ed in linea con le proprie migliori aspettative?

La risposta è solo una: la paura.

Non osiamo neppure sognare, perché ci siamo convinti che bisogna “guardare in faccia la realtà”.

Così, un giorno, iniziò a sperimentare su di sé un metodo che si rivelò con il tempo assolutamente sicuro ed entusiasmante: un metodo che era in grado di condurre una persona al raggiungimento dei suoi obbiettivi.

Pentimalli, dal canto suo, spiegò all’amico perché il suo sistema fosse così efficace, grazie alla scienza e grazie agli studi sempre più approfonditi che danno per certa la correlazione che esiste tra tutti gli esseri viventi e non.

Per ottenere il massimo da questo libro bisogna fermare le aspettative ed il giudizio. È bene considerarlo un viaggio, viverlo e rispondere alle domande che ci verranno poste in modo onesto.

La descrizione del funzionamento del cervello ed i relativi programmi mentali è affascinante ed illuminante e porta ad una domanda: è ovvio che i nostri pensieri, idee e ragionamenti nascono da informazioni di base acquisite con il tempo, e noi le diamo per certe, ma se fossero sbagliate?

Quante cose facciamo in automatico senza chiederci se sono giuste oppure no?

Attraverso una serie di esempi ci viene mostrato come spesso utilizziamo il programma sbagliato per ragionare, ci viene mostrato perché, a volte, ci perdiamo in un bicchier d’acqua.

Questo testo ci fornisce un metodo che consente di programmare la nostra mente in modo tale da raggiungere qualsiasi obbiettivo si desideri.

Risultati immagini per il potere del cervello quanticoNon è magia, ma scienza e verrà ampiamente dimostrato quanto il nostro cervello sia perfetto e potente, e quanto ci può essere utile se siamo consapevoli di ciò che stiamo facendo.

Tutto ciò che decidiamo nella vita è veramente una nostra scelta oppure è il frutto di anni ed anni di programmazione mentale?

Agiamo consapevolmente oppure stiamo semplicemente imitando qualcuno?

Non ci sarebbe nulla di male, se non che in quel modo non si può di certo pretendere di ottenere risultati differenti!

La maggior parte delle persone teme l’idea di mettere in discussione le proprie verità personali. Il problema? Continua ad ottenere gli stessi risultati.

Attraverso la spiegazione dei neuroni- specchio capiremo il senso della frase: creare la propria realtà; in effetti fare o pensare di fare, per il cervello, è una cosa molto simile.

Per finire: sfruttando la capacità del cervello di riorganizzare i suoi contenuti (Neuroplasticità) saremo in grado di programmare il nostro futuro come lo vogliamo.

Magia? No, scienza!

E allora perché nessuno ci insegna ad usare il potere della nostra mente al pieno del suo potenziale?

Pentimalli ce lo spiega citando le “Dieci strategie per il controllo delle masse” di Noam Chomsky:

“La qualità dell’educazione data alle classi sociali inferiori deve essere la più povera e mediocre possibile, in modo che la distanza dell’ignoranza che pianifica tra le classi inferiori e le classi superiori sia e rimanga impossibile da colmare dalle classi inferiori”

Personalmente ho ritenuto che provare non mi costasse nulla ed ho capito quanto avesse ragione Albert Einstein affermando che:

“I grandi spiriti incontreranno sempre l’opposizione di menti mediocri… comprese le loro”.

 

Per conoscere meglio Mariacristina Meschiari, visita la sua Pagina Autore

HR Social Magazine è sempre alla ricerca di nuovi articolisti. Se anche tu vuoi far parte di questa rubrica o desideri inviarci un tuo scritto su un particolare argomento, scrivici a info@hrsocialmagazine.it, riceverai quanto prima tutte le informazioni utili per entrare a far parte del nostro Team.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *