Student of… Cesena

 

Gianluca Porfiri, ci parla della facoltà di Psicologia di Cesena. Tempo di lettura 3 minuti circa

Ti svegli al mattino presto. Fai suonare cinque sveglie, con cinque orari diversi, perchè sai bene che una sola non avrebbe alcun effetto. Appena alzato non ti viene subito in mente, ma basta poco per ricordarselo: “oggi ho un esame”. Fai colazione, anzi ne fai due; prendi lo zaino, prendi il cervello e affronti una nuova giornata.

La frenesia del mattino dura finchè non arrivi alla stazione di Forlì. Aspetti lo storico treno delle 08.25. Destinazione: Cesena. Non vedi l’ora di salire per incontrare i tuoi amici di università. Alcuni sono di Modena, altri di Bologna, alcuni sono di Imola, altri di Faenza; eppure siamo tutti lì, sullo stesso regionale.

Risultati immagini per psicologia cesenaIl viaggio dura una decina di minuti. Scendiamo alla stazione di Cesena, usciamo e … eccola. La facoltà di Psicologia è proprio lì, a circa quaranta metri dalla stazione. Quel palazzotto bianco, dal di fuori, può lasciare un po’ a desiderare per l’estetica, ma è ciò che c’è dentro che fa la differenza. Fondata nei primi anni ’90, per più di quindici anni la facoltà di psicologia di Cesena ha formato i migliori “strizzacervelli” italiani. Secondo le stime è considerata una delle 100 università migliori al mondo. Perchè ho scelto psicologia? Sinceramente mi sono sempre sentito attratto dalle emozioni umane e dalla loro profonda complessità. E’ stata una scelta piena di entusiasmo. Inoltre ho apprezzato l’atmosfera universitaria che si vive lì dentro. E’ sede di importanti eventi internazionali con brillanti docenti di grande influenza accademica. E’ un centro aperto ai giovani, i quali hanno spazio e opportunità a livello sociale e culturale. Non potevo chiedere di meglio.

Entriamo, ci aspetta un esame “tosto”, “Neuroscienze cognitive e sociali”. Lo so, con quel nome si può intitolare un film horror. Dopo un esame così, vi farà male sia la testa con cui pensate sia il polso della mano con cui scrivete. Devo dire che gli esami sono complessi, ma le materie sono molto interessanti, stimolano i ragazzi a studiare e ad appassionarsi. Sono poche le università che si possono permettere questo. Quindi aspettatevi anche un ambiente sociale aperto e cordiale.

Dopo il test, come se non bastasse, ci attendono tre pesanti lezioni, ciascuna di due ore: psicologia sociale, psicologia generale e sociologia. L’organizzazione delle lezione è forse un punto debole dell’università, proprio per via della loroRisultati immagini per cesena asfissiante disposizione nel corso della giornata. Di solito siamo bravi a seguire, ma oggi…oh che stanchezza, parliamo un po’ fra di noi e alla fine ci riduciamo sempre ad organizzare delle belle serate proprio a Cesena. Ebbene sì, la mia università ha sede a Cesena ma anche tante delle mie serate le passo in questa città, non a Bologna. Voi direte “Preferivo Bologna!”. E invece no! Molti vedono Bologna come una città caotica, agitata e poco sicura e spesso tutto questo può distrarre dallo studio. Cesena è una tranquilla e serena cittadina della Romagna, verdeggiante nei punti giusti e sempre ricca di sorprese. Tutti vivono bene a Cesena, tutti mangiano bene a Cesena, tutti amano Cesena! E’ una città di grande cultura, basti pensare alla storica Biblioteca Malatestiana e al bellissimo teatro Bonci. E’ una città a vantaggio degli studenti, i quali godono di sconti nelle librerie, nei cinema e nei musei. E alla sera? La movida cesenate non è per chi vuole distruggersi il fegato con ogni tipo di alchimia, ma è sempre ricca di eventi piacevoli e raffinati. E poi d’estate si è a due passi dai famosi eventi della Riviera. Insomma ce n’è per tutti i gusti. Questa città ci ha fatto davvero una buonissima impressione.

Qui in facoltà comunque il tempo vola. Si sono già fatte le 18.00, la giornata finisce e con lei le nostre energie. In gruppo, come reduci da una divertente guerriglia, torniamo in stazione a prendere un altro storico treno, quello delle 18.10. Si torna a casa ragazzi!

Per conoscere meglio Gianluca Porfiri, visita la sua Pagina Autore

HR Social Magazine è sempre alla ricerca di nuovi articolisti. Se anche tu vuoi far parte di questa rubrica o desideri inviarci un tuo scritto su un particolare argomento, scrivici a info@hrsocialmagazine.it, riceverai quanto prima tutte le informazioni utili per entrare a far parte del nostro Team.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *